Infiltrato

Facevo l’infiltrato nei gruppi di chemioterapia. Io non ho il cancro. Dovevo solo cominciare il ciclo di terapia leggermente depresso, per poi lentamente dare segni di miglioramento ai miei compagni. Dovevo essere credibile. Mi davano persino delle finte analisi da mostrare a quelli con cui riuscivo ad avere più confidenza. Il mio era un lavoro utile e importante. Molta gente … Continua a leggere