I ♥ New York

omosessualità, nucleare

Nel corso dei recenti dibattiti sull’energia, credo che non sia mai stata presa abbastanza in considerazione l’ipotesi di realizzare delle centrali elettriche a scissione di omosessuali. Eppure il loro funzionamento sarebbe semplice e il risultato efficace: si prende una coppia, legata da un amore puro ad altissimo potenziale, e la si bombarda con una discriminazione fino provocare una separazione. Una volta divisa la prima coppia, i due componenti attuerebbero ognuno isolatamente un’ulteriore discriminazione, che andrebbe a scindere altre due coppie e così via, portando a una vera e propria reazione a catena. In questo modo l’elettricità sprigionata sottoforma di rabbia e repressione da un modesto numero di omosessuali potrebbe sopperire al fabbisogno di un’intera metropoli come New York. Certo, nel corso di questa operazione si produrrebber comunque dei materiali di scarto, ovvero scorie di amore spezzato. Queste sono si potenzialmente pericolose e praticamente eterne, ma ad oggi saremmo in grado di sotterrarle in luoghi sicuri per un tempo illimitato. Inoltre non risulterebbero tanto diverse da quei frammenti di sentimenti con cui conviviamo ogni giorno. Essi si trovano in natura, noi stessi ne siamo continuamente circondati e attraversati. Che differenza farebbe quindi se ne aumentassimo di poco la quantità? D’altronde si tratta di trovare una soluzione al problema energetico, di perseguire il bene comune. Ragioniamoci un po’.

 

Demerzelev

I ♥ New Yorkultima modifica: 2011-06-25T23:39:00+00:00da demerzelev
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “I ♥ New York

Lascia un commento