La Mela

  Prendo una mela Dalla cesta che hai intrecciato tu La prendo Fra la frutta che mi hai portato tu La mordo E la sua polpa è avvelenata dal tempo … Colgo una mela Dall’albero sigillato della coscienza La mordo e mi sveglio.   F.

Poesie della domenica e di qualche giorno prima

Tornato di recente da un weekend ramingo, in giro per il centro Italia, ho pensato male di voler condividere le poesie nate in questi giorni. Poesie di defatigamento, poesie della domenica, senza ricerca tecnica, poesie momento, pensieri verbali divisi in versi per vezzo. Le prime tre “cose” hanno anche una pretesa di uniformità e un titolo. Sul finale, deboscia senza … Continua a leggere

Il silenzio della tempesta

Il mare di giugno è agitato da un vento che sferza tiepido… in mezzo a una tempesta il mozzo resta in silenzio… al massimo bisbiglia preghiere.   Fra le pagine della mia Moleskine Fra le pagine della mia Moleskine La tua calligrafia Il tuo nome Il tuo umore Le tue figure Nelle mani stringo ricordi Delle nostre mani E delle … Continua a leggere

Le mie duecentosei ossa…

Ecco una poesia dal vago sentore orientale… si pensava, secondo l’antica medicina cinese, che le ossa del corpo umano fossero cento. A oggi il numero è considerevolmente aumentato.     Porto le mie duecentosei ossa… Porto le mie duecentosei ossa sulla spiaggia di Geremeas dove la terra ha un sorriso il mare un seno e sbrina un sole primitivo Risacca … Continua a leggere

Da Pisa a Firenze

Ecco a voi una recente cosa che ho scritto… In viaggio fa Pisa a Firenze   Il mese di Febbraio è ancora di vent’otto giorni Attraversando una lieve nebbia in aereosol Seduto sul sedile del treno dei ritorni Fatto di lapislazzuli d’Afghanistan Ho vicino una liceale truccata solo negli occhi Alla maniera del Rah degli egiziani antichi Di fianco mi … Continua a leggere

One of thoose days…

Uno di quei giorni… capitano a volte dei giorni in cui una tristezza, venuta da chissà dove, o sempre presente e solamente riaccesa, faccia brillare gli occhi… e come si suol dire: se son lacrime cadranno. D’altronde lo dice persino un duro come Ferro! 😀 Per raccontare questo ho realizzato un piccola poesia grafica:  

Poesia Grafica

Cari navigatori vagabondi nonchè lettori, …era da 17 giorni che non scrivevo un nuovo post! Almeno in questo post, perchè in altri post di post ne faccio più spess! L’occasione capirete è dunque solenne. Vi annuncio infatti l’apertura di un forum fondato dal sottoscritto, in collaborazione con validi compagni quali un certo Lordvicomte, elemento di età incerta con la passione … Continua a leggere

SissiSwingSong

Oggi vi propongo una poesia-canzone, che sta facendo furore nei forum dove l’ho presentata, nonchè nei night-cabaret degli anni ’50… SissiSwingSong!     Sissiswingsong   Avevo una ragazza si chiamava Sissi -Come?- SISSI! -Sissi?- Si! Sissi si chiamava e io cantavo così: “Si-si-si Sissi, Sissi Sissi Sissi!” E a letto con la notte facevamo così: “Oh-si-no Sissi, Sissi Sissi Sissi!” … Continua a leggere

“Ad Hoc”

Il sogno non è solo un fatto mentale, ne si è coinvolti fin nelle viscere… …anche senza essere per forza stitici! 😀   In vena di aforismi e di parole invano… per voi a questo punto una poesia “ad hoc”… …che sono le uniche parole d’inglese che conosco! 😀    Parole dissolte                                  … Continua a leggere