L’universo non ha nessun altro

C’è una domanda che ci siamo posti tutti. Riguarda tutti gli esseri umani di questo mondo, fin dalle prime esperienze di umanità propriamente detta all’alba della nostra attuale condizione psico-fisica, pronunciata attraverso chissà quale onomatopea stridula, per arrivare agli ultimi dei prossimi esemplari della nostra specie le cui connotazioni saranno rintracciabili nella tautologia delle infinite possibilità di un indefinito futuro, … Continua a leggere

Il Violino d’Ossa

Ante Scriptum: Una storiella entro le 650 battute che omaggia l’atmosfera di alcune delle mie più care letture, scritta in occasione di un contest alla Setta dei Poeti Estinti.   Il Violino d’Ossa Nel negozio di Safarà, indicando uno scaffale: -Vorrei quel violino. Il proprietario con un ghigno: -E’ un oggetto prezioso, le costerà caro. Pagò quanto dovuto e, soddisfatto, … Continua a leggere

Infiltrato

Facevo l’infiltrato nei gruppi di chemioterapia. Io non ho il cancro. Dovevo solo cominciare il ciclo di terapia leggermente depresso, per poi lentamente dare segni di miglioramento ai miei compagni. Dovevo essere credibile. Mi davano persino delle finte analisi da mostrare a quelli con cui riuscivo ad avere più confidenza. Il mio era un lavoro utile e importante. Molta gente … Continua a leggere

Fisiologus Ministrorum

  Un bestiario politico di ignobile statura in confronto all’originale medievale che scimmiotta!   FISIOLOGUS MINISTRORUM   Versione Orecchiabile (.mp3)   Per un periodo lavorai in un circo. C’era anche Brunetta e insieme facevamo un numero: 1,5 Sto pensando di vendere la mia anima a La Russa, ma in cambio voglio il suo SUV. In fiamme. Bondi, è un poeta … Continua a leggere

Questo mi sa che non lo scrivono

Ogni tanto rispunto, e quando rispunto lascio cose così:   Questo mi sa che non lo scrivono Ero in bicicletta, e me ne tornavo a casa. La città, attraversata di notte, racconta senza mezzi termini la sua doppia faccia. Il romanticismo del centro e dei suoi parchi, con le luminarie in stile neo-neoclassico. La cementificazione grezza della periferia e i … Continua a leggere

Un breve notturno

Questo è un piccolo componimento (<1000 caratteri) che ho scritto da poco in una delle ultime notti…quando solo i gatti vedono. 🙂   Quello che solo i gatti vedono  La notte. La città. Le strade. Il vento che oggi pompa forte. Tutto tende a rotolare, tutto si distende orizzontale. Le strade del centro della città tentano di difendersi da quella … Continua a leggere